28 marzo 2018

Sogno n. 332


Stavo facendo una seduta di psicoanalisi. Davo una risposta, dicevo qualcosa, ma mi rendevo conto che mi "incartavo" con le parole, sbagliavo, non riuscivo a dare la risposta vera. Mi rendevo anche conto che la cosa era talmente difficile che non potevo venirne fuori con le parole. Allora pensavo che sarebbe stato utile farmi somministrare il Pentothal.

Interpretazione

Il Pentothal è un barbiturico che produce un abbassamento del livello di coscienza, quindi una diminuzione delle funzioni inibitorie di controllo. Al di fuori della psicoterapia basata sull’interpretazione dei sogni, a volte viene usato per consentire l'emergere dei contenuti inconsci o di quelli volutamente tenuti nascosti.

Essendo un farmaco, il desiderio da parte del paziente di ricorrere al suo uso sta a dimostrare o che sente di non farcela con le sue sole forze oppure, più probabilmente, che vorrebbe prendere una scorciatoia meno faticosa per lui delegando al farmaco il compito di portare a termine il lavoro più difficile e gravoso.

Di solito i pazienti che provano lo stesso desiderio espresso in questo sogno non chiedono di ricorrere all’uso del Pentothal, ma a sedute di ipnosi dalle quali ci si aspetta lo stesso effetto del farmaco. Si tratta di un desiderio molto umano e comprensibile, ma l'analista ha il compito di mostrare al paziente che si tratta di un desiderio non terapeutico in quanto il traguardo da raggiungere non è rappresentato dall’arrivare in vetta prendendo una funivia, ma dall'acquisizione della capacità di camminare con le proprie gambe. 


8 marzo 2018

Sogno n. 331



Sto scendendo una scala e ho un bambino in braccio. Davanti a me scende la mia compagna o comunque la madre del bambino. Sono arrabbiato perché sono infastidito dal peso del bambino. È difficile scendere e potrei anche cadere, la scala è ripida e mancano anche alcuni gradini. Mi arrabbio con la mia donna che sta davanti e non mi aiuta, non prende in braccio il bambino o qualcosa del genere.

Interpretazione

Ecco un uomo ancora non maturo a sufficienza per prendere su di sé la responsabilità di essere padre. Le conseguenze sono due: da un lato non sente il bambino come suo figlio, dall'altro ne vorrebbe scaricare il "peso"  sulla sua compagna

Il sognatore sente di avere una posizione subalterna rispetto alla sua donna che infatti sulla scala sta davanti a lui e apre la strada, per così dire.

La scala è quella della vita che è percepita come disagevole e pericolosa. Il fatto che la stiano percorrendo in discesa potrebbe avere qualche attinenza con sensazioni provate soltanto a livello inconscio.


12 febbraio 2018

Sogno n. 330



Stavo guardando le mie cose. Erano sistemate in un armadio che stava dentro una roulotte o comunque in un posto povero, arrangiato. 

La cosa non mi piaceva e attribuivo il fatto che non mi piacesse all’essere finalmente cambiato. Infatti adesso non mi accontentavo più di possedere cose mediocri.

Interpretazione

Questo sogno è stato fatto da una persona che fino ad allora aveva sempre pensato "in piccolo", ma a livello cosciente non se ne era mai resa conto. Adesso ne diventa consapevole grazie al sogno e si propone di cambiare.

Se per misurare le cose scegliamo il millimetro, anche un oggetto piccolo ci sembrerà grande. Per fare un esempio concreto, ci sembrerà di avere fatto un grosso regalo alla nostra donna se le abbiamo offerto una cena in una trattoria di modesto livello.

Ci sono persone, anche intelligenti e colte come Piero Angela, che ai sogni attribuiscono solo una funzione riduttiva di tipo neurofisiologico. Sarebbe fin troppo facile dire che molto probabilmente le teorie di questo tipo servono a queste persone per difendersi da qualcosa che mette loro paura. Non lo farò, mi limiterò a far notare che le loro teorie sono smentite dal lunghissimo elenco di sogni che vado proponendo qui oramai da molto tempo. 

Il che non significa che “tutti” i sogni abbiano un significato nascosto che può essere interpretato una volta che si conosca la “lingua” in cui sono espressi. Ci sono infatti sogni talmente ingarbugliati che risulta arduo perfino immaginare che possano contenere un significato qualsiasi. Ma il fatto che non tutte le pietre siano adatte per tirare su dei muri non significa che non ce ne siano altre che un muratore esperto (inconscio) sa usare per costruire quello che ha in mente.